foglia

“La vita è movimento, il movimento è vita” diceva Andrew Taylor Still, padre fondatore dell’osteopatia.

Mi piace ogni giorno far in modo che questo movimento abbia la stessa leggerezza di una foglia che si posa sull’acqua. Lo interpreto come il fluire consapevole negli eventi quotidiani, verso la propria “salute naturale”.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la SALUTE è “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza di malattia o infermità”. La definizione risale al 1948. Ancora oggi tuttavia, troppo spesso cerchiamo la salute solo nel momento in cui siamo disturbati da un dolore fisico e desideriamo liberarcene. Così facendo “salute” diventa uguale a “non dolore”, visione che limita le possibilità che ognuno di noi ha di accrescere il proprio benessere e realizzarsi pienamente con gioia.

Nel mio percorso ho appreso il concetto di “salutogenesi” ovvero quel processo di scoperta e utilizzo delle fonti di salute. Le tecniche olistiche e bioenergetiche sono uno strumento a disposizione di chiunque desideri occuparsi del proprio star bene, considerandosi come unità di fisico, mente, emozioni, spirito, senza trascurare il pieno equilibrio di ognuna di queste sue parti.

Mantenere o ristabilire la propria “salute” diventa quindi un viaggio di conoscenza di Sé. Ricerca scientifica e specializzazioni della medicina sono strumenti preziosi sui quali poter contare, soprattutto in condizioni di emergenza. Accanto a ciò, anche con una visione preventiva, l’operatore olistico accompagna la persona a scoprire e sviluppare le proprie risorse interiori e prendersi cura del proprio benessere come parte attiva e decisiva del proprio movimento in questa splendida vita.

profilo      contatti